SERVIZI PER L'AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE 

L'IPSAA "Serafino Salvati" è l'unico Istituto Professionale di Stato per l'Agricoltura e l'Ambiente nelle Marche e si trova a Pianello Vallesina di Monteroberto (AN); può essere raggiunto con autobus di linea partenti da Porta Valle di Jesi, dopo che gli studenti hanno raggiunto il capolinea con gli autobus provenienti dalle varie località di residenza.

L'istituto nel 2010 ha festeggiato i 50 anni di attività. 
Dall'A.S. 2010/2011 è attuato il riordino della scuola secondaria di secondo grado (Riforma Gelmini). 

 

La scuola continua a rilasciare diplomi di qualifica autorizzati dalla Regione. Le nuove qualifiche si chiamano:

Operatore della trasformazione agroalimentare (III anno)

Operatore agricolo (III anno)

Tecnico della trasformazione agroalimentare (IV anno)

 

La scelta del tipo di qualifica tiene conto delle figure professionali più richieste nel nostro territorio. 

Il percorso formativo è finalizzato al rilascio del Diploma di Stato:

Tecnico per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale (V anno). 

Le ore settimanali delle discipline sono 32, come descritto nel prospetto orario; l'orario adottato attualmente si svolge in 6 giorni settimanali e non sono previsti rientri.
Nel primo biennio prevalgono le discipline dell’area comune, mentre nel triennio conclusivo sono maggiormente presenti le materie tipiche dell’istruzione agraria. L’area d’indirizzo si avvale anche di esperienze di alternanza scuola-lavoro (stage) presso l'azienda agraria dell'istituto o presso aziende esterne convenzionate.

Le lezioni nell'ambito dell'area di indirizzo usufruiscono della compresenza di due insegnanti e dell'assistente tecnico; si possono svolgere in aula, in laboratorio (chimica, scienze, audiovisivi, informatica, agraria, agrometeorologia, micropropagazione, serre) ed in azienda agraria. Vengono effettuate uscite didattiche presso aziende agrarie ed agrituristiche, industrie agroalimentari, fiere e congressi e partecipazioni a rassegne per la valorizzazione e la promozione dei prodotti tipici, con prodotti dell'azienda agraria dell'istituto realizzati con la collaborazione degli studenti.

L’Istituto per rilasciare le qualifiche ed effettuare gli stage presso le aziende può contare su una quota oraria di autonomia accanto a spazi di flessibilità.

Un’altra novità è la certificazione delle competenze rilasciata agli alunni al termine dell’obbligo scolastico che potrà contribuire maggiormente ad un più rapido inserimento nell’attività lavorativa.

 

Operatore della trasformazione agroalimentare (diploma regionale III anno di corso)

Il qualificato operatore della trasformazione agroalimentare è in grado di:

 

  • definire e pianificare fasi delle operazioni da compiere sulla base delle istruzioni ricevute e/o della documentazione di appoggio (schemi, disegni, procedure, distinte, materiali, ecc) e del sistema di relazioni;
  • approntare strumenti, attrezzature e macchinari necessari alle diverse fasi di lavorazione sulla base della tipologia di materiali da impiegare, delle indicazioni/procedure previste, del risultato atteso; 
  • monitorare il funzionamento di strumenti, attrezzature e macchinari, curando le attività di manutenzione ordinaria;
  • predisporre e curare gli spazi di lavoro al fine di assicurare il rispetto delle norme igieniche e di contrastare affaticamento e malattie professionali; operare secondo i criteri di qualità stabiliti per le specifiche operazioni di trasformazione sulla base degli standard prefissati di processo; 
  • eseguire attività di approvvigionamento, stoccaggio e conservazione delle materie prime e semilavorati, applicando i profili normativi di igiene;
  • eseguire le operazioni fondamentali del ciclo di trasformazione, conservazione, confezionamento e stoccaggio dei prodotti, applicando i profili normativi di igiene.

 

Operatore agricolo (diploma regionale III anno di corso)

Il qualificato operatore agricolo è in grado di: 

  • definire e pianificare fasi delle operazioni da compiere sulla base delle istruzioni ricevute e del sistema di relazione ottimizzando i processi lavorativi e l’uso dei mezzi di produzione; 
  • predisporre e curare gli spazi di lavoro in generale al fine di contrastare affaticamento e malattie professionali
  • collaborare nella scelta dell’indirizzo produttivo e nella gestione dell’azienda; 
  • collaborare nella redazione e archiviazione di documenti fiscali e amministrativi specifici del settore; 
  • pianificare l’impiego, approntare e utilizzare in autonomia e sicurezza macchine, attrezzi, impianti e strutture nei vari processi di produzione di natura zootecnica, agricola, floricolturale, forestale; 
  • effettuare la cura, la pulizia e la manutenzione delle macchine, attrezzi, impianti e strutture nonché l’alloggiamento delle macchine e degli attrezzi;
  • effettuare trasformazioni agro-industriali e alimentari di prodotti primari dell’azienda, adattando le tecniche alle diverse circostanze; eseguire il confezionamento e la conservazione dei prodotti; 
  • eseguire lo stoccaggio e la vendita dei prodotti.

Nell’indirizzo “Coltivazioni arboree, erbacee, ortofloricole” l’operatore è inoltre in grado di eseguire le operazioni fondamentali attinenti alla coltivazione di piante arboree, erbacee, ortofloricole.

Nell’indirizzo “Silvicoltura, salvaguardia dell’ambiente” è in grado di creare e gestire superfici boschive ai fini della protezione del territorio e della produzione di legname per scopi energetici o costruttivi, effettuare interventi di cura e tutela dell’ambiente silvestre e naturale.

 

Tecnico della trasformazione agroalimentare (diploma regionale IV anno di corso)

Il tecnico della trasformazione agroalimentare è in grado di:

  • predisporre le fasi di lavoro, coordinando l’attività dei ruoli operativi; 
  • identificare situazioni a rischio potenziale per la sicurezza, la salute e l’ambiente nel luogo di lavoro, promuovendo l’assunzione di comportamenti corretti e consapevoli di prevenzione; 
  • sviluppare ed elaborare nuove ricette e miscele; 
  • definire le esigenze di acquisto di materie prime e semilavorati, individuando i fornitori e gestendo il processo di approvvigionamento; 
  • formulare proposte di prodotti, interpretando i bisogni e promuovendo la fidelizzazione del cliente; 
  • organizzare e controllare ambienti e sistemi di stoccaggio di prodotti in ingresso e trasformati; 
  • curare il controllo del prodotto redigendo la documentazione prevista dalle normative di riferimento.

 

Tecnico per l’agricoltura e lo sviluppo rurale (diploma statale al V anno di corso)

Il diploma statale a conclusione del quinto anno di corso permette l’accesso a tutte le facoltà universitarie, l’iscrizione all’Albo Professionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati e l’accesso alle carriere di concetto in Enti Pubblici e privati.

Il diplomato tecnico per l’agricoltura e lo sviluppo rurale possiede competenze relative alla valorizzazione, produzione e commercializzazione dei prodotti agrari ed agroindustriali. In particolare è in grado di: 

  • gestire il riscontro di trasparenza, tracciabilità e sicurezza nelle diverse filiere produttive; 
  • individuare soluzioni tecniche di produzione e trasformazione idonee a conferire ai prodotti i caratteri di qualità previsti dalle normative nazionali e comunitarie; 
  • di utilizzare tecniche di analisi costi/benefici e costi/opportunità, relative ai progetti di sviluppo e ai processi di produzione e trasformazione; di assistere singoli produttori e strutture associative nell’elaborazione di piani e progetti concernenti lo sviluppo rurale; 
  • di organizzare e gestire attività di promozione e marketing dei prodotti agrari ed agroindustriali;
  • di rapportarsi agli enti territoriali competenti per la realizzazione delle opere di riordino fondiario, miglioramento ambientale, valorizzazione delle risorse paesaggistiche e naturalistiche;
  • di gestire interventi per la prevenzione del degrado ambientale e nella realizzazione di strutture a difesa delle zone a rischio; 
  • di intervenire in progetti per la valorizzazione del turismo locale e lo sviluppo dell’agriturismo, anche attraverso il recupero degli aspetti culturali delle tradizioni locali e dei prodotti tipici; di gestire interventi per la conservazione e il potenziamento di parchi, di aree protette e ricreative.

Prospetto orario settimanale del piano di studi

 

 

 

 

I.I.S. "E. Pieralisi"

Jesi An Via R. Sanzio, 8
Tel. 0731 213595 - 213659
Fax 0731 213691
anis001005@istruzione.it

I.P.S.A.A. "S. Salvati"

Pianello Vallesina An
Via Trento, 93
Tel. e Fax 0731 702655